Cap. 4 -Parte 5 – Dolores – Versione Italiana

Part 5

 Fu in quel lunedì mattina che ricevetti un urgente messaggio da Mr. Brusco, dicendomi che mi voleva vedere. Senza esitare a lungo ero a bussare alla porta del suo ufficio.

Mi rispose, ‘Entra, oh… sei tu Dolores, siediti.’

Appena mi fui seduta, continuo`, ‘Mi è stato riferito che non segui le regole della casa. Ti sei assentata per due giorni senza alcuna notificazione, e così hai perso le tue danze preparatorie lo scorso sabato.’

‘Mi sentivo stanca ed avevo bisogno di rilassarmi ed avere un po` di riposo dalle danze. Questa era la prima volta in oltre tre mesi da quando sono arrivata, e lei lo sa bene. D’altronde ora sono maggiorenne e quindi mi sento responsabile delle mie azioni, e non credo di aver bisogno di consenti scritti. Non le pare Mr. Brusco?’

‘Non esattamente, Dolores. Lo sai bene che ho investito parecchio danaro in te, non dimenticarlo. Inoltre tutte queste cose sono ben chiare sul contratto che tu hai firmato. Per insegnarti ad essere più rispettosa nel futuro, per questa volta ti penalizzo con la sospensione di due settimane di paga.’

La rabbia mi oscurò la vista e non potei contenermi oltre, ‘Mr. Brusco, non creda che sia come le altre ragazze che ha raccolto al limite delle pampas o delle foreste delle Ande. So benissimo quali siano i miei doveri, e conosco i diritti contrattuali che esistono in questo paese. Sappia che mi ha trattenuto arbitrariamente troppo sulle mie paghe. La legge Australiana in riguardo è molto chiara. Non appena esco da questo ufficio andrò a consultare il mio avvocato.’

A queste parole, Mr. Brusco mi guardò. Era evidentemente sbalordito per il diretto attacco da parte mia. Sudore imperlava la sua fronte, e notai la repentina pallidezza salita al suo viso.

‘Vedo che sei malvagia nel tuo pensiero, mia cara. Stai rifiutando una meravigliosa carriera e la fama che ti sta attendendo nel futuro. Ma sappi che non ho bisogno di ragazze caparbie che creano problemi tra le altre. Credo che a questo punto abbiamo raggiunto il limite da parte di entrambi noi, ed è tempo che concludiamo un mutuo arrangiamento. Ascoltami bene, ho un’offerta, e ti dico questa è unica ed ultima… da proporti.’

‘Va bene Mr. Brusco. Sono tutta orecchie. Mi dia la sua offerta.’

‘Penso che sia bene per entrambi, Dolores, che il nostro contratto di lavoro termini all’istante. Ti pagherò come tu vuoi fino all’ultimo centesimo stabilito sul contratto firmato da te. Saranno unicamente detratti il costo del viaggio, vitto ed alloggio come per gli originali arrangiamenti presi in Los Angeles. Richiedo che per questa generosa concessione, non appena ricevi il pagamento lasci all’istante questo luogo e sin da questo momento non rivolgerai parola con alcuno. La discussione fatta ora è completamente confidenziale. Non ho altro di aggiungere, queste sono le uniche condizioni, sia da parte mia che tua, per terminare in modo amichevole il contratto che è stato firmato. Spero troverai le mie condizioni accettabili.’

‘Trovo la richiesta chiara abbastanza. Capisco le ragioni e che quanto mi ha detto siano di mutuo interesse, Mr. Brusco.’

Entro breve tempo mi fu consegnato un assegno di alcune migliaia di dollari. Ora avevo bisogno dell’aiuto del mio amico, Lee. Sapevo che lui mi avrebbe aiutata nel depositare quel danaro in una banca e come trovare una accomodazione decente ed economica per me.

Ero seduta al ristorante cinese di Chinatown e pensavo al mio futuro. Avevo un visto di lavoro che mi permetteva di rimanere in Australia per un periodo di due anni. Pensai di avere tempo sufficiente per poter guadagnare abbastanza prima del mio ritorno in Brasile.

                                                                                       *             *            *

Telefonai a Lee nel pomeriggio e cenammo assieme a Chinatown. Nel dargli la notizia di quanto era avvenuto con Mr. Brusco, vidi Lee sorpreso e felice per me.

‘Ti darò tutto l’aiuto possibile anche se non ho molto tempo a disposizione. Devo presentare la mia tesi entro due settimane e subito dopo, mio padre vuole che ritorni a Jakarta poiché hanno bisogno di me.’

‘Grazie, Lee. Penso che principalmente avrò bisogno dei tuoi consigli, e di come trovare una sicura abitazione dove stare, anche se per un tempo temporaneo. Non intralcerò il tuo lavoro, comprendo quanto ti sia importante.’

‘Fintanto che non trovi nulla di meglio puoi usare un letto nella mia camera. E con quello un pensiero è risolto. L’altra cosa urgente riguardo il tuo lavoro futuro, e` che tu consideri a cosa più di tutto sei interessata. Rispondi poi a tutti gli annunci di lavoro che trovi sui giornali quotidiani in quella categoria. Penso che in breve tempo e con un po` di fortuna, troverai quanto cerchi.’

                                                                                                        *          *         *

   Sono ora due settimane dal giorno in cui Lee e` ritornato in Indonesia. Mi manca più che mai. Durante queste poche settimane assieme ho ricevuto da lui un grande aiuto morale con parole, consigli ed amore. So che non lo rivedrò mai più, e questo mi addolora. Parlando con lui so che il padre, secondo i loro costumi tradizionali, sta arrangiando un profittevole matrimonio per lui.

Ho preso ora in affitto un piccolo appartamento, il più a buon mercato che era disponibile sul mercato. Questo è quanto più possa permettermi sintanto che verranno tempi migliori. Ho pure incominciato un lavoro serale, come cameriera in un piccolo ristorante nei dintorno della stazione centrale. Quello pure servirà ad aiutarmi fino a tempi migliori. Ho preso accordi con diverse agenzie che richiedevano modelle in lavori più o meno prestigiosi in luoghi conosciti nella citta`. Tutte le agenzie hanno richiesto un mio portafoglio con dati personali e fotografie. Ho trovato un fotografo che ha fatto belle foto di me e in alcune, sono ritratta in bikini, le quali mettono in risalto le mie bellezze fisiche. Furono fatte su una terrazza ed hanno come sfondo l’Opera House. Posso dire che mi sono costate una fortuna, ma sono talmente importanti per la mia vita futura! A tutt’ora ho speso circa meta` dei soldi ricevuti da Mr. Brusco, ma credo quello sia un investimento necessario. Aspetto di ricevere ogni giorno quell’appuntamento che aprirà la via di una mia strepitosa carriera.

                                                                                      *           *          *

Sono sei settimane dal giorno in cui lasciai le mie foto alle agenzie di modelle. Non ho ricevuto ancora alcun messaggio in merito. Avrei forse dovuto risparmiare quel bel gruzzolo di danaro? Avrei forse dovuto ritornare subito in Brasile? Di una cosa sono certa,  mai ritornero` negli Stati Uniti a meno che non abbia risparmiato abbastanza soldi. Non mi posso presentare in fronte a mia madre ammenoché non sia una giovane e ricca donna in completo controllo della mia vita. Devo essere per ora paziente.

Il mio visto di resistenza in Australia e` valido per altri diciotto mesi. Sono sicura che ce la farò.

                                                                                           *            *           *

  Sto` vivendo nel paese sbagliato? Sembra che la gente difficilmente mi noti, anche se sono alquanto bella e vesto abiti eleganti. Cosa è che non va? Sono io oppure sono gli uomini che vivono in questa citta`?

                                                                                           *             *            *

Aspetterò altre due settimane. Se nel frattempo non ricevo alcuna richiesta dalle agenzie di modelle, sarò costretta a cercare un lavoro permanente e più retribuito di quanto ho ora. I miei risparmi si assottigliano giorno per giorno, troppo rapidamente.

                                                                                *               *            *

Sono senza alcun amico. Passo il mio tempo in Hyde Park, leggendo libri che prendo in prestito alla libreria locale. Da qui visito spesso il Museo, e The Art Gallery, che sono relativamente vicini. Cammino pure fino all’Opera House. E là mi indulgo a guardare quelle innumerevoli barche a vela che zigzagano sulle acque della baia.

                                                                                  *          *         *

Published by carlogabbiwriter

Italian born, and living in Australia. I'm writing for the past 15 years in both Italian and English language. I pubblished my first book in USA and it's available with Amazon. I also wrote several long stories which are grouped under the name "A song of Love" and several other works available in my blog in Rosso Venexiano.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: