Chapter 5 – Part 2 – A New Country and a New Life – Versione Italiana

Parte 2

High heels and Sexy underwear. Bra, condom, women’s shoes on white background.

Cosi è come tutto avvenne. Quello fu come Il destino cambiò il corso normale della mia vita, introducendomi sulla via del peccato. Non avevo giustificazioni. Avevo agito in quel modo in preda alla disperazione, necessità e solitudine.

Risvegliandomi al mattino, fui sorpresa di non essere presa dalla vergogna per quanto era accaduto. Mi sentivo completamente in pace con me stessa. Sapevo che quanto feci fu dettato dalla necessità per sopravvivere.

Capii come magicamente l’istinto che è in noi mi fece reagire alle avversità. Comprendevo che non avevo peccato. Capii che tutto fu possibile poiché vivevo troppo sola, in una città troppo grande, e non vi era alcuno che mi amasse. Non avevo una casa, e un marito che potesse proteggermi.

Molto vero. Non vi era alcuno che mi proteggesse. Ma allo stesso tempo era pur vero che non avevo bisogno di dare un resoconto delle mie azioni. Era l’unico modo di proteggermi e salvaguardarmi, e non per sopravvivere un giorno solo.

Ora più che mai ero risoluta di ritornare in Brasile allo scadere del mio visto di lavoro. Per far ciò compresi che dovevo guadagnare, abbastanza denaro per quel giorno, come garanzia del mio domani. Forse al mio ritorno avrei cercato Pedro, il mio vecchio amico, il pittore. Perché mai non avevo mai pensato a lui seriamente prima? Ricordo di quanto infatuata ero di lui all’età di otto anni, al tempo che lui fece il mio ritratto. Sentii che esistevano ancora in me quei dolci ricordi, quando lo incontrai nuovamente in California. Ed ora? Chissà… forse un giorno potrebbe chiedermi di sposarlo!

~*~

È passata una settimana dalla notte che lasciai l’uomo d’affari italiano al suo albergo. Sin da quel giorno non ho sentito rimorso per quanto feci quella notte con lui. Capisco che l’accettare denaro da lui quella notte per donargli il mio corpo, è considerata prostituzione da parte mia, ma poi analizzando il fatto trovai che l’essere stata in letto con lui era una cosa identica come le altre poche volte che volontariamente lo fui con altri uomini giovani. L’unica differenza e considerazione da parte mia era il fatto che quel gentiluomo fu generoso con me e in più mi avvinse con quel prelibato sapore dello spumante che mi offrì. È ancora in me la piacevole sensazione di quel vino pregiato che ribolliva sul mio palato e che mi dava piacere, donandomi quella leggerezza di spirito e che mi aiutò ad accettarlo come amante. Non posso negare pure che tutto fu dovuto alla necessità di possedere pure quel denaro che mi diede per l’essere stata sua.   

Quale è ora la conclusione a cui voglio giungere? Quel fatto non mi ha veramente cambiata. Sono ancora la stessa Dolores del passato. Sul mio corpo non esistono ora alcuni segni tangibili che mi mettono in rilievo verso gli altri, dicendo che ho amoreggiato con uno sconosciuto il quale mi ha pagato per il piacere del mio corpo. Questo e unicamente una cosa mia personale. Il giorno che ritornerò a Rio a ricominciare una nuova vita, nessuno noterà segni della mia vita passata. L’unica cosa che avrà valore sarà il prestigio donatomi dal denaro depositato sul mio acconto in banca. La quantità di denaro posseduto riflette sempre la stima di coloro che ti conoscono.

Mia madre mi ha sempre fatto notare della necessità di raggiungere il gradino più elevato della posizione sociale prima che la giovinezza incominci a declinare. Quanto tempo è ancora in fronte a me prima che ciò avvenga? Dieci anni? Possibilmente alcuni di più se saprò controllare me stessa. È quindi una necessità che questo periodo transizionale della mia vita, sia il più breve possibile. Questa è la ragione per cui mi concedo unicamente il tempo che mi è concesso di vivere in Australia dal visa sul mio passaporto.

Non vedo difficoltà in riguardo. Considerando il fatto che l’essere stata assieme in compagnia del gentiluomo Italiano, unicamente per un paio di ore, ho ricevuto un compenso di cinquecento dollari. Se in futuro potrò essere assieme con due simili clienti settimanali, per la fine del periodo di residenza in questo Paese, dovrei aver racimolato una piccola fortuna in denaro, scambiato in una Banca Brasiliana e trasformare questo in un buon investimento finanziario.

In Brasile, l’essere danarosi, increscerà le possibilità di trovare un buon marito e iniziare una vita agiata. Il saper usare bene il mio danaro, la mia bellezza, e pure la mia intelligenza, mi daranno maggiori possibilità di successo. Fermamente credo noi stessi siamo i creatori del nostro destino, sicché devo essere sicura che tutto ciò sia mio nel prossimo futuro.

~*~

Nel mio tempo libero usavo andare alla libreria pubblica la quale è vicina al luogo in cui io abito. Portavo a casa libri utili a migliorare la mia educazione, tenendo presente che al mio ritorno in Brasile desidero divenire, come lo era mia madre, una interprete della lingua inglese. Facendo ciò la mia espettazione in quel paese di trovare un buon marito sarebbero maggiori. So di certo che molti giovani esecutivi di altri paesi lavorano in Brasile. Sono a conoscenza di essere alquanto attraente e desidero imparare il modo di essere una moglie perfetta per colui che sposerò, particolarmente sul lato sessuale.

Ricordo mia madre usava dire: “È importante conoscere come tenere il proprio marito nell’alcova casalinga e per fare ciò bisogna attenersi a questa trilogia, essere una capace signora nella casa, una provetta cuoca in cucina, e, molto importante, una puttana in letto con lui.”

Sono sicura che dopo tutto mia madre aveva pienamente ragione su ciò che ha detto, particolarmente a quanto si riferisce sul modo di sodisfare i bisogni sessuali del proprio marito. Quello è l’unico modo per tenerlo legato al letto coniugale e lontano da altre donne.

Ho accennato la libreria pubblica e con motivo posso dire che avvenne là, alcuni giorni orsono, che ebbi modo di leggere un articolo interessante. Parlava di una intervista a giovani donne che frequentano in questa città l’università. Molte di queste ragazze sono costrette a lavorare nel loro tempo libero per poter pagare il costo degli studi, alcune lavorando come cameriere in ristoranti, ed altre lavorano come “Escort” in Club Privati della metropoli. L’articolo dice che il guadagno di queste ultime ragazze è buono, tanto che possono pure comperare abiti di classe e altri accessori di lusso.

L’articolo concludeva che queste giovani donne hanno risposto francamente alle domande poste da parte della giornalista, e ripetendo che il lavoro come Escort non è degradante ed è accettabile alla loro coscienza e che questo tipo di lavoro deve essere considerato come una cosa temporanea ossia sino al raggiungimento della matricolazione.

Ho trovato che questo concetto è pure valido per me stessa e che risponde pienamente a tutte le mie necessità attuali. Fu da questo articolo che trovai una ragione di come condurre la mia vita ora e di come iniziare la vita come prostituta in questo momento critico. Dopo di che sarò capace di ritornare in Brasile dove potrò iniziare un ciclo più importante della mia nuova vita.

Questa fu la conclusione a cui giunsi stamattina e alla quale intendo di seguire strettamente. Stasera intendo recarmi in Kings Cross per trovare il luogo adatto per dare inizio alla mia attività. Confesso che al momento sono pure terrificata da questo pensiero e di quali possano essere le conseguenze, ma pure mi sento rassicurata del modo in cui finì la mia prima esperienza assieme all’industrialista milanese. Sono sicura che sarò capace di ottenere altri ottimi risultati.                            

Fine parte 2

Published by carlogabbiwriter

Italian born, and living in Australia. I'm writing for the past 15 years in both Italian and English language. I pubblished my first book in USA and it's available with Amazon. I also wrote several long stories which are grouped under the name "A song of Love" and several other works available in my blog in Rosso Venexiano.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: