Cap 5 Parte 4 – Un Nuovo Paese e una nuova vita – Versione Italiana

PARTE 4

Era ormai tardi e non capivo il perché nessuna di quelle donne non era ancora venuta a parlarmi. Era forse perché vedevano in me una rivale in affari? Era possibile, ma ugualmente decisi di attendere più a lungo prima di andarmene. Quello era il punto critico, andandomene ora mi sentirei ostracizzata e non ben accetta dalle altre col rischio da parte mia pure di desistere altri simili approcci in club vicini.

Finalmente la più giovane delle Brasiliane venne a sedersi al mio tavolo. “Quale è il vero motivo per cui sei venuta?” Mi chiese.

“Non so bene ancora quale sia la mia vera intenzione. Unicamente desidero racimolare al più presto del denaro per il mio ritorno a Rio.”

La Brasiliana non dimostrò alcuna sorpresa alla mia risposta, e continuò a sorseggiare    lentamente dal suo cocktail Hawaiano, poi in modo più rilassato nei miei riguardi incominciò a parlarmi dell’andamento del Club, della gente che lo frequentava e di colui che dirigeva capacemente quel luogo. Alla fine mi fece notare che quella sera era alquanto quita, “Molti dei molti usuali frequentatori serali sono attualmente ad un convegno di affari. Entro un paio di giorni ritorneranno e tutto sarà normale.”

Poi vedendo che la seguivo attentamente e interesse e che desideravo conoscere di più riguardo a quanto avveniva nel club, continuò nella su narrazione “Se intendi far parte del nostro gruppo di Hostesseses, sarà necessario che tu ti attieni ad alcune regole basilari. Come prima cosa non devi innamorarti di uno degli uomini che incontrerai seralmente. Tieni presente che loro sono unicamente clienti, e pertanto, come prima cosa devono pagarti, ancor prima che tutto abbi inizio tra voi. Ricorda pure che non devi mai credere alle promesse d’amore che molti di essi usano fare.

“Altra cosa importante ricordati che per nessuna circostanza devi essere involta con droghe. Certamente riceverai offerte, sia di vendere o usarle, ma ben ricorda che se tu sarai involta con esse in breve tempo la tua carriera sarà finita.”

Per la prima volta mia giovane amica ebbe un sorriso per me. “Ricordati quanto ti ho detto, e sappi che questi sono suggerimenti da parte di una amica. Vedo ora in te quale ero io quando incomincia questo lavoro, poco più di un anno fa. Ricordati che l’iniziare questo lavoro sta[CG1]  completamente a te, e nessuno deve dirti che quanto fai sia giusto o sbagliato. Il fatto che tu sei qui stasera vuol dire che sei ormai giunta ad una silenziosa decisione con te stessa. Se vuoi iniziare questa carriera lo devi fare stasera, e non attendere domani e dire a te stessa “Vado a casa a studiare il problema.”

Sii positiva e trova il tuo primo cliente stasera stessa. Questo rinforzerà la confidenza in te. Se non lo fai, giunta a casa, perderai il desiderio di ritornare qui e provare nuovamente.

Mi sentivo alquanto sicura di cosa fare sicché presi la mia decisione e le risposi, “Ok lo farò stasera”

Dopo di che mi disse che il suo nome era Helena, nuovamente mi sorrise e mi diede un bacio sulla guancia.

Poi ritornò al bar, ebbe una breve conversazione con il dirigente del locale e ritornò assieme a lui al mio tavolo. Helena mi introdusse a Mark, lo stesso uomo con cui avevo parlato al bar. Mark era il padrone del locale, e iniziò ad enumerare le regole che avrei dovuto seguire, qualora divenissi una Hostess. Mi sbalordì con una iniziale e inaspettata domanda: “Spero che tu indossi indumenti intimi di classe.” Bruscamente era entrato direttamente al punto da lui voluto.

“Indosso un G-string intimo e non ho un reggipetto.”

“Andrà bene pere stasera, ma ricordati, questo è il migliore locale qui al Cross, con una clientela danarosa e raffinata. Da domani ricorda di indossare indumenti raffinati siano essi in nero oppure in rosso. Bikini, reggipetti, calze e sospender, attraggono l’attenzione del cliente e tutto questo fa parte del rituale. Ad essi piace guardare mentre tu ti spoglierai lentamente. Quando torni a casa devi praticare come farlo, in un modo seducente e sessuale e fallo in fronte ad uno specchio, fino a che sarai sicura di aver raggiunto il modo di seduzione totale e desiderato. Questa sarà una garanzia a tuo vantaggio e certamente quel cliente ti cercherà nuovamente qualora ritorna al nostro club.”

Mark ricevette da me un muto consento al riguardo, che io ero pronta ad essere parte delle sue Hostesses, e continuò ad enumerare altre regole a cui dovevo attenermi.

“Ricorda bene che questo luogo non è un Brothel, or un luogo a buon mercato. La nostra clientela è formata da rispettabili uomini di affari, che si riuniscono qui nella ricerca di una amica con cui trascorrere assieme la serata. Sono galanti e desiderano unirsi ad una di voi e per questa ragione si atteggiano come seduttori durante il tempo che sarete assieme. Normalmente quei gentiluomini si presenteranno al tuo tavolo e educatamente cercheranno la sua compagnia e chiederanno di bere assieme. Sarà il tuo privilegio di accettare l’offerta, o di rifiutarla, ma come regola non vi deve essere più di un rifiuto serale da parte tua. Ricarda che nel tuo lavoro sei responsabile che il buon nome del locale sia sempre mantenuto. Sappi che il benessere della mia famiglia dipende pure dal modo in cui ti attieni, quindi per una buona cooperazione tra noi ti devi attenere strettamente a queste regole.”

Mi osservò con interesse per conoscere come assimilavo queste regole, e se lo capivo bene, poi continuò: “Qualora accetti l’offerta da parte di un cliente di bere assieme a lui, non devi accettare bevande alcooliche, sono proibite durante il tempo in cui lavori. Ordina uno dei molti cocktail di frutta e mai devi accettare bevande intossicanti.”

Annuii per confermargli che lo intuivo bene. Poi Mark continuò: “Dopo che avrai accettato di bere con lui, ti chiederà di ballare. Devi accettare, e devi farlo invaghire avvicinando il tuo corpo al suo sicché possa sentire quanto esso sia soffice e invitante, sicché il suo desiderio di averti sarà immediato. Sicuramente al ritorno al tuo tavolo seguirà una sua richiesta di accompagnarlo al suo Hotel. Ricordati, mai devi accettare di andare in una casa privata oppure un Motel a buon mercato come esistono molti alla periferia della città. Questo è necessario per la sicurezza della tua persona. Se non ha un luogo vicino di andare chiedi di andare all’O’ Malley Hotel che è qui vicino ed un luogo sicuro o ogni altro che si trovi nelle vicinanze. Non dimenticare che la buona reputazione del Brazil dipende pure da parte tua, dal modo che conduci il tuo lavoro. Fai parte di esso, e mi aspetto che tu ti atterai a queste regole fondamentali.”

Annuii, approvando la sua richiesta e egli continuò nelle sue raccomandazioni: “La tariffa che chiederai al tuo cliente è di trecentocinquanta dollari. Quando il giro di piaceri con lui sarà completato devi ritornare qui al Brazil. In questo modo potrai trovare un altro cliente per la serata. Ti sarà richiesto di pagare settantacinque dollari per aver usato il tavolo del club, per ogni cliente che avrai avuto durante la sera.”

Mark astutamente usava questo metodo per la sua provvigione. In questo modo non era implicato nella procura di prostituzione. L’essere pagato per il tavolo usato dalle Hostess, legalmente non lo implicava in prostituzione o di quanto quelle donne facessero assieme al loro accompagnatore, certamente un modo astuto per essere riverente alla legge.

“Pensavo vi fosse un margine maggiore di guadagno per me stessa, ma ugualmente sarà Ok.”

“La tariffa è fissata a trecentocinquanta dollari per ogni cliente che avrai. Esistono extra contribuzioni per alcune speciali richieste da parte del cliente, ma queste sono riservate qualora avrai superato la prima parte della tua carriera. Tieni presente che il Brazil e il miglior club che esiste qui al Cross. Quindi evita ogni possibile problema durante il tempo che dedichi al tuo lavoro. E come raccomandazione finale lavora nel modo migliore delle tue capacità e cerca di accontentare i bisogni del tuo cliente nel più breve tempo possibile. Cerca di limitare ad un’ora il tempo necessario a soddisfare i bisogni del tuo cliente. Impara a compostarti correttamente osservando il modo usato dalle tue colleghe. Siamo tutti qui, pronti ad aiutarci a vicenda per ottenere il miglior risultato. Ricorda pure che dal tuo comportamento dipende la sicurezza della vita della mia famiglia.”

Non si preoccupi, Mark. Sarò scrupolosa ad osservare tutte le regole che ha elencato.”

Finalmente Mark aveva completato la sua lezione. A questo punto, Helena, rivolgendosi a me in Portoghese mi chiese di ringraziare il mio tutore. Lo feci ed egli mi sorrise prima di ritornarsene al suo posto di lavoro dietro in banco del club.

~*~    

Lentamente il locale vide arrivare un buon numero di appassionati per l’inizio dello spettacolo più applaudito, la danza di donne attrattive e seducenti al palo. Il pubblico sedeva ai loro tavoli, ascoltando la musica e bevendo. Alle otto di sera si notò un certo fermento tra il pubblico, con l’apparizione di una giovane e attraente danzatrice la quale incominciò il suo spettacolo rotando sinuosamente e eroticamente al palo eretto là. I suoi movimenti nella danza erano esperti e seducenti, mentre la sua voce, divenuta rauca, esprimeva una impendente necessità sessuale. Era in questo modo che si accattivava l’attenzione da parte del pubblico maschile, mentre il loro erotismo raggiungeva il culmine. La danzatrice maestrarmene produceva quell’atto che certamente era prodotto da una lunga pratica e esibizione nella quale aveva perfezionato ogni singolo movimento o esclamazione capace di innalzare la libido dell’udienza, e aveva imparato quando era giunto il momento migliore ad iniziare lo spogliarello di quei minuscoli indumenti che la ricoprivano. Sapeva bene come questo atto, se condotto alla perfezione, avrebbe eccitato il pubblico presente e quanto le loro voci e esclamazioni sarebbero salite ad un alto tono richiedendo a lei un completo spogliarello. Il suo sguardo appariva ora languido con gli occhi semichiusi, mentre dalla sua gola usciva un lamento di desiderio che indicava il suo estremo desiderio sessuale. Una delle sue mani era ora sotto il minuscolo triangolo del bikini, stimolando i propri genitali. A questo punto il pubblico era completamente accattivato dal suo atto di piacere applaudendo con gridi di gioia, e chiedendo di rimuovere quell’indumento e averla in fronte a loro nella completa e piacevole nudità. La danzatrice simulò per loro un orgasmo, seguito da innumerevoli altri, mentre i suoi urli di piacere divenivano arsi e soffocati facendo capire al pubblico il suo desiderio di condividere con tutti loro l’atto sessuale.

Lo spettacolo della danzatrice era evidentemente programmato per iniziare nel pubblico quei appetiti sessuali e far sì che i loro desideri continuassero con l’aiuto delle attraenti e esperte Hostesses riunite nel luogo per il loro piacere. L’atmosfera nel salone del club, dopo finito la recita della danzatrice, si trasformò in un amichevole convegno dove l’uno era desideroso di incrociare l’altro, e le donne liberamente si muovevano, da tavolo a tavolo, intrattenendo quei gentiluomini che si trovavano ancora soli. Le attraenti dame sorridevano loro graziosamente e silenziosamente cercavano la loro compagnia per la serata, lasciando ben capire che volenterosamente avrebbero concesso loro le grazie dei loro giovani corpi, con soffici sussurri e un bacio finale inviato con un gesto della loro mano verso colui che attendeva. Poi espertamente le Hostesses avrebbero proseguito la loro seduzione durante la danza che avrebbe seguito, intrecciando i loro corpi leggiadri con quelli del compagno occasionale, creando in loro l’urgenza di averle, che veniva stimolato da parte delle seduttrici, sia con l’aroma dei loro corpi che il profumo intriso in loro. Questo faceva parte del loro gioco per condurre a termine la loro provocazione carnale con l’ospite scelto da esse per trascorrere assieme a loro una serata gioiosa, che si sarebbe conclusa con un’esplicita richiesta di recarsi al loro Hotel preferito a continuare i loro rituali amorosi.

~*~

End Part 4                     


 [CG1]

Published by carlogabbiwriter

Italian born, and living in Australia. I'm writing for the past 15 years in both Italian and English language. I pubblished my first book in USA and it's available with Amazon. I also wrote several long stories which are grouped under the name "A song of Love" and several other works available in my blog in Rosso Venexiano.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: